Sei in: home

News

Eventi

Martedì 17 luglio, alle ore 18.00, presentazione del diario di viaggio di Pierluigi De Santis alla Casa del Mare - Fiume Morelli Il viaggio​ nella sostenibilità è un´esperienza che si può fare lungo i tratturi e gli itinerari dei cammini. L´invito a mettersi​ in cammino giunge da tratturi e transumanza. Profili fra passato, presente e progettualità future e diario di viaggio. “Itinerando nella Sostenibilità” (wip edizioni) di Pierluigi de Santis, giornalista e scrittore. I libri sono prefatti dal prof. Nicola cutino. L´itinerario letterario-poetico, promosso dal parco delle dune costiere in collaborazione con l´Associazione mondo antico e tempi moderni, sarà presentato il 17 luglio alle ore 18 presso la Casa del Mare, Centro Visite del Parco delle Dune Costiere, accanto a Fiume Morelli. 

 All’interno dell’area naturale protetta, in uno degli scenari più suggestivi del nostro territorio presso il Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere, si svolgerà domenica 22 luglio a partire dalle ore 16, la divertente gara sportiva con nuoto e corsa, aperta a grandi e piccini, alle famiglie, agli atleti amatoriali e non, di tutte le categorie previste.

“Aquathlon nel Parco”, ideata e organizzata dal Movimento Associativo “OSTUNI CITTA´ DA AMARE”, con il patrocinio del Comune di Ostuni, ed Ente Parco, ed in collaborazione con il Comitato Territoriale del “Centro Sportivo Italiano”, Museo Archeologico Civiltà Preclassica della Murgia Meridionale. La gare di nuoto e corsa, in base all’età e in funzione delle condizioni atmosferiche, si svolgeranno su un percorso acquatico e campestre multi lap all’interno del Parco, costeggiando il Fiume Morelli. L’iniziativa mira sopratutto a far conoscere e tutelate le bellezze del nostro territorio e gli ecosistemi presenti all’interno dell’area protetta, diffondendo la pratica sportiva amatoriale e coinvolgendo tutte le fasce di età, piccoli, anziani ed intere famiglie, tramite le seguenti tipologie categorie e di gare: Piccoli 2012/2011, Batteria 1 percorso A (nuoto m 10 – corsa m 100); Cuccioli 2010/2009, Batteria 2 percorso B (nuoto m 25 – corsa m 200); Esordienti 2008/2007 e Ragazzi 2006/2005, Batteria 3/4 percorso C (nuoto m 100 – corsa m 400) ; Youth 2004/2003 – Junior 2002/2001 - Senior 2000 in poi, Batteria 5/6 percorso D (nuoto m 400 – corsa m 1.500). I vincitori saranno premiati con prodotti provenienti dalle aziende agricole biologiche del Parco delle Dune Costiere, del nostro territorio e con biglietto di ingresso per visita Museo Archeologico. Durante la manifestazione in attesa della premiazione tutti i partecipanti ed accompagnatori potranno usufruire di una interessante visita nella zona umida e l’antico impianto di acquacoltura di Fiume Morelli.

Piano Lab 2018 

15 Luglio 2018 - Ore 18.30 Torre Pozzelle, Ostuni Concerto al Piano di Danilo Tarso

In collaborazione con il Parco Regionale Dune Costiere Torre Canne Torre S. Leonardo

Luogo tra i più incontaminati del litorale ostunese, con piccole calette di sabbia e un’antica torre aragonese a vegliare su un mare limpidissimo, Torre Pozzelle si fa teatro di un concerto al tramonto del pianista Danilo Tarso, domenica 15 luglio, alle ore 18.30, per il festival itinerante Piano Lab (ingresso libero).

Lo stesso Danilo Tarso lo scorso anno si era reso protagonista di un altro concerto al tramonto nel Parco delle Dune Costiere, nei pressi della Masseria Fontenuova. E ora a Torre Pozzelle, dove Piano Lab prosegue il proprio impegno nella valorizzazione dei luoghi più belli di Puglia, presenterà «No Boundaries», progetto musicale che non prevede alcun confine territoriale. Perfezionatosi in ambito classico con Bruno Canino, Roberto Cappello, Pierluigi Camicia e Michele Marvulli prima di intraprendere i sentieri del jazz con Nico Morelli e incontrare sulla propria strada Franco D’Andrea, Rita Marcotulli e Stefano Bollani, il pianista tarantino proporrà composizioni originali e improvvisazioni muovendosi tra classica, tradizione popolare salentina, jazz, rock e cantautorato.

L’appuntamento esclusivo, realizzato in collaborazione con il Parco delle Dune Costiere nel quale Torre Pozzelle si trova, rappresenta una delle tappe di avvicinamento a «Suona con noi», la due giorni a Martina Franca dell’11 e 12 agosto, quando verranno suonati in contemporanea diversi pianoforti in vari punti del centro storico per far incontrare i grandi interpreti e quei professionisti o anche semplici appassionati che entro il 15 luglio avranno prenotato la propria performance sul sito della manifestazione www.pianolab.me.

La seconda edizione di Piano Lab, organizzata dalla Ghironda con la collaborazione di Marangi Strumenti Musicali e delle più prestigiose case di produzione di pianoforti al mondo, avrà anche gli special event di Stefano Bollani a Martina Franca (5 agosto) e Giovanni Allevi a Ceglie Messapica (9 agosto).

Torre Pozzelle è raggiungibile percorrendo la SP Ostuni-Torre Pozzelle o la SS 379 Bari-Brindisi, seguendo le indicazioni per Torre Pozzelle. Info 080.4301150 e www.pianolab.me.

Il nuovo sentiero CAI di “Lamacornola" - Giovedì 12 luglio 2018, alle ore 18.30 si inaugura il primo sentiero CAI - Club Alpino Italiano nel territorio di Ostuni, realizzato dal CAI Sezione di Bari in collaborazione con il Geos Ostuni. Una escursione al crepuscolo aperta a tutti, alla scoperta delle bellezze storico-naturalistiche racchiuse in questo scorcio del Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere con l’evento teatrale “Discorso sul Mito” di Vittorio Continelli con l’accompagnamento musicale di Dario Lutrino tra gli insediamenti rupestri di Lamacornola (per l’occasione si consiglia di munirsi di telo o stuoia come seduta). Il sentiero escursionistico si snoda per circa 5,8 km lungo l´andamento di Lamacornola e ingloba numerosi e antichi insediamenti rupestri, testimonianza di una intensa frequentazione umana in varie epoche storiche, in cui le cavità presenti sono state utilizzate, di volta in volta, come abitazioni, luoghi di lavoro o ritrovo. Esso sarà fruibile in modo più completo e sicuro grazie ai tipici segnavia di colore bianco rosso, realizzati dal CAI Bari al fine di contribuire all´intenso lavoro che Ente Parco e le Associazioni coinvolte, da tempo svolgono per promuovere la conoscenza, la valorizzazione e la salvaguardia del ricchissimo patrimonio idrogeologico, naturalistico e culturale del territorio ostunese, nel pieno rispetto dell´ambiente stesso e della sua geodiversità. I visitatori saranno accompagnati nell´escursione dagli operatori abilitati della Sezione CAI di Bari che illustreranno gli indicatori posti lungo il percorso, e dagli Speleologi del GEOS che si stanno occupando del censimento delle grotte e degli ipogei dei Parco, e condurranno i partecipanti all´interno delle cavità per mostrar loro le caratteristiche idrogeologiche dell´area e le peculiarità degli insediamenti rupestri presenti lungo il sentiero. La partecipazione alla suggestiva passeggiata di circa 2 ore alle luci del crepuscolo è libera e gratuita, poiché il “Sentiero di Lamacornola” è adatto a tutti (Difficoltà T - Turistica secondo la classificazione CAI), si consigliano però abbigliamento comodo e scarponi da trekking.  L’appuntamento è fissato per le ore 18:30 all´ingresso del Sentiero stesso, (uscita Pilone – Rosa Marina direzione Ostuni, complanare lato monte nel piazzale antistante l’ex cava di Pezza Caldara – masseria L’Ovile). Al termine dell´escursione, alle ore 20.30 seguirà l’evento teatrale. Raccontare storie è la ragione per cui si sale sul palco, ascoltare storie, guardare le immagini che evocano e riconoscersi in esse è quella per cui ci sediamo in platea. Il progetto “discorso sul Mito” è un progetto teatrale composto da una serie di spettacoli che coniugano il racconto di storie antiche e l’incontro con il pubblico. Incontro reale, slegato dalle convenzioni e dalla consuetudine teatrale. In questa occasione speciale il percorso narrativo sarà accompagnato e guidato dal pianista Dario Lutrino che spazierà nel repertorio jazz, soul classico. Per maggiori dettagli sull’organizzazione logistica, visita la Pagina FB del Parco Regionale Dune Costiere" - chiamare ai numeri di telefono 3389095849 o 3481638228.

Escursione al tramonto lungo i paesaggi del Parco Dune Costiere, con degustazione di panzerotti 

Questa volta le guide della cooperativa Serapia vi accompagneranno alla scoperta dei luoghi più suggestivi del Parco Regionale Dune Costiere Torre Canne Torre S. Leonardo, aspettando che i colori del tramonto illuminino le acque di Fiume Morelli.

PRIMA TAPPA: LA STRADA BIANCA Raggiungeremo le dune fossili, luogo di estremo valore geologico e naturalistico. Qui, durante la primavera, si assiste alla fioritura di splendide orchidee spontanee, tra cui la nostra Serapias apulica, e all´ondeggiare dei "capelli di Fata", rare graminacee argentee. Passeggeremo sulla scenografica "strada bianca" del parco, una vera e propria quinta teatrale che lascia tutti a bocca aperta.

SECONDA TAPPA: FIUME MORELLI Tra il verde degli olivi monumentali e il profumo del timo, ritorneremo tra il mare ed i sentieri retrodunali, lungo le dune di sabbia finissima e le acque risorgive di Fiume Morelli, popolate da cefali dorati, anguille e uccelli acquatici. Le guide della Cooperativa Serapia vi faranno conoscere anche la Peschiera con i suoi ambienti e la sua storia legata a saperi antichi. E per finire, saremo ospiti del Grande Nonno, il ginepro coccolone plurisecolare, vero simbolo dell’area protetta.

TERZA TAPPA: IL PANZEROTTO A fine escursione degusteremo presso Lido Morelli - Torre Canne la filante mozzarella nei caldi panzerotti preparati al momento a cui si accompagnerà una rinfrescante birra alla spina!

L´iniziativa si inserisce nell´ambito delle attività di promozione del Parco Regionale Dune Costiere Torre Canne Torre S. Leonardo

INFO E DETTAGLI DURATA: dalle ore 18.00 alle ore 20.30 RADUNO: ore 18.00 presso il parcheggio di Lido Morelli raggiungibile dalla S.S. 379 Bari – Brindisi, uscita Pilone - Rosamarina COORDINATE GPRS: N 40° 48.637´ - E 17° 31.437´ NOTE: Percorso di bassa difficoltà. si consiglia abbigliamento comodo, di indossare scarpe da ginnastica, e di portare la fotocamera. Prenotazione: online cliccando il tasto a sinistra PRENOTA; per info telefonate o lasciate un messaggio whatsapp al 3470081412 (Francesco). 

Per gli affezionati che seguono il progetto di PugliAmica - Vivere nei parchi, questo weekend svolgeremo un’attività di educazione ambientale sulla conoscenza e riconoscimento della biodiversità. Cercheremo di saperne di più sul mondo marino.  Sabato 7 luglio, a partire dalle ore 9.00 presso la spiaggia di Penna Grossa saremo ospitati dagli amici della Coop Thalassia nella Riserva di Torre Guaceto, con un’attività di snorkeling immersi a pelo d’acqua per osservare con maschera e pinne il mondo marino e gli straordinari esseri che rappresentano degli ottimi bioindicatori dello stato di salute del nostro mare.

La seconda giornata, invece, quella di domenica 8 luglio, dalle ore 9.00 sarà dedicata alla pratica del tiro con l´arco, uno degli sport più antichi di cui esistono tracce fin dalla preistoria. Allestiremo uno spazio per l´esercitazione tra i seminativi del Parco e, dopo qualche giro di prova grazie alla presenza del nostro esperto istruttore, entreremo nel vivo di una competizione. 

Per info e prenotazioni info@parcodunecostiere.org o telefonare al numero 347 0042961. 

Le 5 vele sventolano nel comprensorio della Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari

Ci sono località turistiche attente all’ambiente, dove trascorrere una vacanza all’insegna di natura e acqua pulita, ma anche eccellenze enogastronomiche, paesaggi mozzafiato e luoghi d’arte. Ci sono perle ammirate in tutto il mondo, luoghi densi di storia e tradizione, aree dove la natura è meno segnata dall’intervento umano. E, al di là dell’iconografia classica del binomio “spiaggia dorata più mare cristallino”, non mancano paradisi naturali dove rilassarsi e apprezzarne il paesaggio. Tutto questo è raccontato ne “Il mare più bello 2018”, la Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano.

La Puglia anche quest’anno sale sul podio confermandosi terza dopo Sardegna e Sicilia. Le 5 vele sventolano in 2 comprensori turisticiAlto Salento Adriatico, in cui ricadono i Comuni di Otranto e Melendugno, e Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari, che comprende Polignano a MareFasanoMonopoliOstuni e Carovigno

dati pugliesi de la guida “Il mare più bello” sono stati presentati in conferenza stampa, questa mattina a Bari, da Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, alla presenza di Loredana Capone, Assessore al Turismo della Regione Puglia, Domenico Vitto, presidente Anci Puglia, e dei sindaci dei Comuni ricadenti nei comprensori turistici premiati con le “5 vele”.

In occasione della presentazione di Guida Blu, a Roma Legambiente ha assegnato il premio nazionale “Io sono amico del mare” al sindaco delle Isole Tremiti, Antonio Fentini, per la sua ordinanza con la quale, dallo scorso 1° maggio, mette al bando contenitori e stoviglie monouso non biodegradabili, a tutela delle cosiddette perle dell’Adriatico dal fenomeno del beach litter e marine litter.

Anche in questa edizione la Puglia, con 40 località costiere, resta sul podio, dopo la Sardegna e la Sicilia, per numero di vele che sventolano nei comprensori turistici – ha commentato Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – Con la Guida Blu vogliamo raccontare le comunità che hanno fatto della buona gestione e della qualità ambientale del territorio i loro punti fermi, valorizzando le bellezze che contraddistinguono la nostra terra, favorendo contemporaneamente un turismo non più stanziale ma dinamico, fatto di escursioni, passeggiate, ciclopasseggiate. Nei giorni scorsi abbiamo incontrato e chiesto al neo Ministro all’Ambiente, Sergio Costa, di perfezionare l’iter istitutivo dell’Area Marina Protetta Capo d’Otranto-Grotte Zinzulusa e Romanelli e Capo di LeucaLa Puglia, infatti, con oltre 800 chilometri di costa meriterebbe questa quarta area marina protetta, importante passo in avanti nella tutela della biodiversità di questi luoghi ma anche concreta opportunità per lo sviluppo economico e sostenibile del territorio”.

I comprensori turistici riportati nella guida Il mare più bello 2018, 96 marini e 40 lacustri, sono stati individuati sulla base dei dati raccolti da Legambiente sulle caratteristiche delle qualità ambientali e di quelle dei servizi ricettivi: uso del suolo, degrado del paesaggio e biodiversità, attività turistiche; stato delle aree costiere; mobilità; energia; acqua e depurazione; rifiuti; iniziative per la sostenibilità; sicurezza alimentare e produzioni tipiche; mare, spiagge ed entroterra, struttura sociale e sanitaria. Sono territori vasti che possono contenere anche più comuni, una scelta dettata dal fatto che chi va in vacanza non si ferma al confine amministrativo, ma visita spesso un territorio più ampio optando per modalità di turismo itinerante.

Nella classifica nazionale dei comprensori a 5 vele, la Costa del Parco Agrario degli Ulivi secolari si è piazzato al  posto con la seguente motivazione:

COSTA DEL PARCO AGRARIO DEGLI ULIVI SECOLARI in provincia di Bari e Brindisi

Un patrimonio storico, culturale e paesaggistico all’interno della Piana degli Olivi Monumentali che si estende dalla collina al mare, inserito di recente all’interno dell´Albo Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici da parte del Mipaf. Un paesaggio unico nel suo genere, che comprende splendidi borghi dalla calce bianca, elementi storici di pregio tra cui la via Traiana e Francigena del Sud, simboli di antichità con aree archeologiche di pregio, masserie storiche fortificate e ben due parchi naturali, cioè l’Area Marina Protetta di Torre Guaceto e il Parco Naturale Regionale Dune Costiere ‘da Torre Canne a Torre San Leonardo’. Le amministrazioni di questo comprensorio hanno puntato su mobilità dolce, gestione sostenibile dei rifiuti e del ciclo di tutela delle acque. Degno di nota il sistema di affinamento di Fasano-Lago Forcatella dove le acque reflue vengono riutilizzate in agricoltura. Inoltre, dallo scorso luglio 2017 è stata attivata anche la prima fontana di acqua potabile dai reflui, nell’ambito della sperimentazione «potabilizzazione acque reflue» con finalità zootecniche.

  

Escursione al tramonto lungo i paesaggi del Parco Dune Costiere, dal mare alle dune fossili e degustazione di panzerotti.

Domenica 17 giugno le guide della cooperativa Serapia vi accompagneranno alla scoperta dei luoghi più suggestivi del Parco Dune Costiere, aspettando che i colori del tramonto illuminino le acque di Fiume Morelli. La prima tappa che raggiungeremo saranno le dune fossili, luogo di estremo valore geologico e naturalistico. Qui, durante la primavera, si assiste alla fioritura di splendide orchidee spontanee, tra cui la nostra Serapias apulica, e all´ondeggiare dei "capelli di Fata", rare graminacee argentee. Passeggeremo sulla scenografica "strada bianca" del parco, una vera e propria quinta teatrale che lascia tutti a bocca aperta. Tra il verde degli olivi monumentali e il profumo del timo, ritorneremo tra il mare ed i sentieri retrodunali, lungo le dune di sabbia finissima e le acque risorgive di Fiume Morelli, popolate da cefali dorati, anguille e uccelli acquatici. Le guide della Cooperativa Serapia vi faranno conoscere anche la Peschiera con i suoi ambienti e la sua storia legata a saperi antichi. E per finire, saremo ospiti del Grande Nonno, il ginepro coccolone plurisecolare, vero simbolo dell’area protetta. 

A fine escursione degusteremo presso Lido Morelli la filante mozzarella nei caldi panzerotti preparati al momento, a cui si accompagnerà una rinfrescante birra alla spina!

L´iniziativa si inserisce nell´ambito delle attività di promozione del Parco delle Dune Costiere.

Info e dettagli

Durata: dalle ore 18.00 alle ore 20.30

Raduno: ore 18.00 presso il parcheggio di Lido Morelli raggiungibile dalla S.S. 379 Bari – Brindisi, uscita Pilone - Rosamarina

Coordinate geografiche:  N 40° 48.637´ - E 17° 31.437´

Note: Percorso di bassa difficoltà. si consiglia abbigliamento comodo, di indossare scarpe da ginnastica, e di portare la fotocamera.

Prenotazione: online cliccando su http://www.cooperativaserapia.it/ita/ecoagenda/914/Al-tramonto-nel-Parco-delle-Dune-Costiere; per info telefonate o lasciate un messaggio whatsapp al 347 0081412 (Francesco).

  

Presentato presso la "Casa del Mare" del Parco delle Dune Costiere l’inedito programma per la sicurezza in mare, che prevede la collaborazione tra Comune di Ostuni e l’associazione di esercenti balneari DunAmare.  «Un progetto che salvaguarda la sicurezza pubblica e l’ambiente. Condotto con competenza e destinato a sviluppare le potenzialità del territorio e l’economia del settore turistico», afferma Eliseo Gallo, Presidente di DunAmare.

Aumenta la sicurezza in mare per i tanti bagnanti che fruiscono delle spiagge distribuite lungo i sei chilometri di litorale del Parco delle Dune Costiere, dove sono sorte undici postazioni di salvataggio.   Collocate in corrispondenza sia di lidi privati, che di spiagge libere, le torrette sono presidiate, dalle ore 9 alle ore 19 di ogni giorno, da personale regolarmente abilitato al salvamento in mare.  I particolari del progetto, il primo ad essere avviato nella Regione Puglia mediante la formula del partenariato pubblico/privato, sono stati resi noti nella mattinata di oggi, mercoledì 13 giugno, durante la conferenza stampa che si è tenuta presso la Casa del Mare “Lido Stefhan”, a cui hanno preso parte tutti i soggetti coinvolti nel programma. Presente il Comandante della Capitaneria di Porto di Brindisi Salvatore Minervino; il Presidente del Parco delle Dune Costiere Enzo Lavarra e il Direttore Gianfranco Ciola; l’architetto Marco Massari, redattore del Piano collettivo di salvataggio; il Presidente del consorzio DunAmare, organo promotore del progetto, Eliseo Gallo; mentre per il Comune di Ostuni è intervenuto il Sindaco Gianfranco Coppola, l’Assessore alla Protezione Civile Francesco Palmisano e l’Assessore all’Ambiente Luigi Nacci.

«Questo progetto – dichiara il Sindaco Coppola, aprendo la conferenza – rappresenta l’atto pratico di una sinergia reale tra amministratori e privati cittadini, volta al benessere e alla sicurezza di un’intera comunità. Ringrazio i vertici del Parco delle Dune Costiere e l’assessore Palmisano per il lavoro svolto sinora, avviando il progetto lungo il litorale che rientra nel territorio dell’area protetta. Resta alta la concentrazione sul Piano delle coste e sui diversi progetti di riqualificazione del Porto di Villanova, per cui non intendiamo lasciarci sfuggire nessuna opportunità di investimento, sia pubblico, che privato».

«Durante l’estate il principale compito della Guardia Costiera è quello di soccorrere i bagnanti in difficoltà – dichiara il Comandante Minervino – pertanto, non ho potuto fare altro che accogliere con infinito entusiasmo l’avvio di questo progetto che definirei avanguardistico, visto che è il primo in Puglia. Da una città virtuosa come Ostuni, composta da realtà sensibili che lavorano per la crescita etica ed economica dell’intero territorio, non poteva che scaturire un progetto di grande validità sociale. Tutelare la sicurezza dei bagnanti sulle spiagge libere non è automatico, perciò all’amministrazione comunale ostunese va il grande plauso di aver reso sicuro una lunga lingua di costa, peraltro interessata da tratti altamente a rischio».

«La storia ci tramanda che da secoli – dichiara il Presidente del Parco Dune Costiere Enzo Lavarra – questi luoghi sono oggetto della sensibilità di persone intente a preservarne la ricchezza biologica, paesaggistica e culturale. Il posto in cui siamo ad esempio, che fino a poco tempo fa versava da anni in uno stato di degrado e di pericolosità per la salute della collettività, è diventato il presidio della biodiversità faunistica dell’area e un contenitore di arte e sapere. Pertanto il mio sentito ringraziamento va al Direttore Gianfranco Ciola, agli operatori e a tutti i volontari che lavorano per conservare tanta bellezza. Sono oltremodo grato al Sindaco Coppola per la sensibilità con cui guarda alle attività del Parco e alla grande disponibilità che dimostra in occasioni come queste».

«Certamente l’amministrazione ha svolto un ruolo significativo nella predisposizione del Piano collettivo di salvataggio – dichiara l’assessore Palmisano – ma bisogna riconoscere che il grande merito per la realizzazione di questo ambizioso progetto vada ai privati che si sono resi totalmente disponibili, talvolta mettendo a rischio, per via delle tempistiche dilatate della pubblica amministrazione, il proprio ritorno economico. I sacrifici che gli operatori hanno fatto sinora e sono pronti ad affrontare non sono pochi, ma verranno sicuramente premiati da un ritorno economico e di immagine. Stiamo pensando infatti di estendere man mano il servizio di salvataggio all’intera fascia costiera di competenza del Comune di Ostuni».

«Il Piano collettivo di salvataggio arriva dopo un laborioso periodo di studio e pianificazione – spiega il Direttore del Parco delle Dune Costiere, Gianfranco Ciola – condotto in collaborazione con tutti i soggetti interessati. Acquisito il parere favorevole della Capitaneria di Porto, che si è trovata effettivamente di fronte a un progetto assolutamente inedito, abbiamo iniziato a progettare un nuovo “fronte” per il nostro mare all’insegna della sicurezza dei bagnanti. Sembra quasi di essere in California. Lungo i sei chilometri di costa ostunese del Parco delle Dune, sono allineate undici torrette di avvistamento, ciascuna delle quali è dotata di: stazione radio, per comunicare con le altre postazioni e con la Capitaneria in caso di emergenza, di defibrillatore e di una cima di salvataggio lunga 200 metri».

A margine della conferenza stampa, sono stati consegnati i vessilli FEE (Foundation for Environmental Education) che certificano la qualità delle proprie acque marine e dei servizi erogati dai lidi. L’ambita Bandiera Blu 2018, che il Comune di Ostuni conquista per il 24° anno di fila, è stata affidata ai gestori di Viar Beach, Playa, il Faro e Lido Morelli. 

«Non posso che esprimere parole d’orgoglio per l’ottimo lavoro avviato con il comparto degli operatori balneari del Parco – dichiara l’assessore Nacci – per la buona volontà e la creatività profuse nel voler integrare importanti politiche sociali. Il Comune di Ostuni, come riconosciuto dalla FEE, ha dimostrato di rispondere a tutti quei prerequisiti che determinano l’assegnazione della Bandiera Blu. L’amministrazione fa molto, l’assessorato che ho l’onore di guidare e l’Ufficio ambiente lavorano in maniera alacre per valorizzare le ricchezze naturalistiche, paesaggistiche e culturali che fortunatamente possediamo e potersi avvalere di una così sensibile e puntuale collaborazione dal privato, porta il territorio a crescere nel modo migliore. Oggi si compie un grande passo avanti verso la diffusione della nostra cultura e, al tempo stesso, verso la tutela del nostro inestimabile patrimonio. Il Piano collettivo di salvataggio in mare rappresenta l’emblema di questa virtuosa visione di sviluppo e un buon esempio da replicare in altri ambiti della gestione dei beni comuni». 

PARCO NATURALE REGIONALE "Dune costiere da Torre Canne a Torre S. Leonardo" - e-mail PEC parcodunecostiere@pec.it