Sei in: home

News

Eventi

Yuko Okuma a Cisternino: il Giappone esalta il “made in Puglia”

Percorso del gusto, laboratori e gran finale con Donpasta tra musica e cucina

Saranno Yuko Okuma, il 18 agosto, e Donpasta il 19 agosto, le due guest star della Notte Verde che si terrà a Cisternino, in provincia di Brindisi, nelle serate di venerdì e sabato. Yuko Okuma è una editrice e scrittrice giapponese, ha scritto diversi libri per esaltare le proprietà e il sapore di prodotti come l’olio extravergine di oliva e il pomodoro. E’ una vera e propria cultrice delle caratteristiche che hanno eletto la Dieta Mediterranea a Patrimonio dell’Umanità. La scrittrice giapponese interverrà al convegno d’apertura della Notte Verde di Cisternino, alle ore 19, in Piazza Garibaldi dove si svolgerà il talk organizzato da CIA Agricoltori Italiani sul tema "Valorizzazione dell´agricoltura e del territorio: storie di donne". L’incontro, coordinato dal vicepresidente regionale di CIA Puglia Giannicola D’Amico, sarà moderato dalla giornalista Mariangela Mariani. Assieme a Yuko Okuma interverranno il sindaco di Cisternino Luca Convertini; Elisa Mariano, componente della Commissione “Affari Sociali” della Camera dei Deputati; Cinzia Pagni, vicepresidente nazionale vicario CIA. Sono previste le testimonianze di Beatrice Lucarella, presidente sezione Agroalimentare, Turismo e Cultura Confindustria Taranto, Angela Santoro, amministratore del Salumificio Santoro di Cisternino, Mina Schiavone, presidente dell´Associazione Teatrale Amatoriale “Gli Amici di Giùàannèedd”- Fasano. Alle 21 andrà in scena una rappresentazione teatrale in vernacolo "La famiglia Bellasega" dalla fantasia del regista Piero Sabatelli, a cura dell’Associazione Teatrale Amatoriale in vernacolo e non “Gli Amici di Giùàannèedd”. A seguire, la Transapulia Orchestra si esibirà nello spettacolo "Puglia chiama America".

TUTTI I SAPORI DELLA PUGLIA. In entrambe le serate, i visitatori avranno modo di assaporare tutte le più gustose eccellenze gastronomiche pugliesi, a cominciare dal pomodoro Regina. La galleria gastronomica all’aperto offrirà una grande varietà di prodotti tipici pugliesi, caratterizzandosi come un vero e proprio percorso del gusto. Nelle due giornate, a cominciare dalle 19, saranno allestiti i laboratori del cotone e dell’intreccio del pomodoro Regina a cura dell’Associazione Produttori Pomodoro Regina di Torre Canne, il laboratorio dell’impasto a cura dell’Associazione Presepe Vivente Pezze di Greco e l´angolo del pomodoro Regina di Torre Canne Presidio Slow Food in piazza Mazzini. In Corso Umberto sarà possibile percorrere La strada della Biodiversità a cura della Fondazione ITS Agroalimentare Puglia, visitare la Mostra pomologica a cura del CRSFA “Basile Caramia” di Locorotondo, L’angolo Slow Food a cura delle Condotte “Piana degli Ulivi” e ”Trulli e Grotte”, L’angolo delle aziende a marchio Parco a cura del Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere, conoscere La flora dimenticata: usi e tradizioni intorno alle erbe spontanee a cura di Carlo Palmisano (Fitopatologo) e partecipare al Laboratorio sensoriale del pomodoro a cura di Francesco Soleti e Giuseppe Maggi (Tecnologi alimentari) e Pasquale Schena (Agronomo). Si preannuncia particolarmente suggestivo il rito della salsa in piazza Marconi, con balli e canti della tradizione. “Il miele non esiste” metterà all’opera il laboratorio sensoriale alla scoperta dei profumi del paesaggio con Vicky Gravinese e Elisabetta De Blasi, esperte in analisi sensoriali del miele. L’Associazione culturale Passione Extravergine, inoltre, curerà il laboratorio degli oli extravergine con l’ausilio dell’esperta Alessandra Sacco. Il gran finale, sabato 19 agosto, è affidato a Donpasta con il suo Cookin Dj Set, una festa di piazza con vinili e cucina dal vivo. A seguire, in concerto Cristiana Verardo che chiuderà l´edizione 2017 della Notte Verde.  

Gio 17 Ago 2017
CASA del PARCO GREEN

incontri in natura con arte, musica, cinema e mostre alla Casa del Parco

ex Stazione di Fontevecchia - Ostuni

Il 21 agosto 2017 dalle ore 20.30 continua nella cornice della stazione ferroviaria dismessa di Fontevecchia a Ostuni divenuta casa del Parco Naturale Regionale Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, la rassegna CASA DEL PARCO GREEN tra natura, arte, musica, cinema e mostre con l’appuntamento “NATURA IN JAZZ” a cura dell’Associazione di Promozione Sociale GRAN TEATRO DEL CLICK nature&food.

La serata “NATURA IN JAZZ” si apre con il gruppo musicale Fast Jazz Quartet e il Gruppo Escursionistico Speleologico Ostunese Geos che propone giochi di speleologia per bambini in contemporanea a brevi proiezioni sul patrimonio carsico pugliese.

Luca Palazzo Presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Luzzart - Syncretic Agency, ci racconterà della sua recente esperienza in Africa, nella capitale del Mali, Bamako, presenterà la nascente associazione umanitaria BRICIOLE e i progetti di cooperazione internazionale sinora avviati, tra cui ABC - Aiuta i Bambini a Contare!, e come ciascuno di noi può farne parte anche a distanza.

Durante la serata sarà visibile la mostra della scenografa illustratrice multimaterica Marzia Ghezzo e dell’illustratore Federico Mancini, l’appuntamento si concluderà con la proiezione di un fuori programma: il suggestivo docufilm “Il cammino dell’Appia Antica - la madre di tutte le vie d’Europa” regia Alessandro Scillitani.

La rassegna chiuderà il 2 settembre con “CINEMA NATURA” proiezione del film “Anni Ruggenti” di Luigi Zampa, in mostra le fotografie di scena e alcuni protagonisti ostunesi delle riprese cinematografiche.

Durante gli eventi saranno presenti le artigiane del Parco: Apicoltura Alveare Bianco Ostuni, LaboNaturae Fitocosmesi artigianale e StampalaNatura progetto del GRAN TEATRO DEL CLICK nature&food; contemporaneamente ci saranno le degustazioni di prodotti biologici tipici a cura de I Giardini della Grata - SOLEQUO Coop e WalkingWinePuglia progetto con ApeCar Piaggio vintage volto alla promozione e vendita di vino esclusivamente pugliese.

Per info e iscrizioni: Associazione di Promozione Sociale GRAN TEATRO DEL CLICK nature&food tel. 347 5986360 / 345 5228020 granteatrodelclick@gmail.com 

FONTEVECCHIA 40.781601. 17.515936 

In seguito all’incontro con le forze di polizia convocato nei giorni scorsi in Prefettura a Brindisi dal viceprefetto vicario Pasqua Erminia Cicoria, sul tema del "bivacco selvaggio” lungo le spiagge del Parco naturale regionale delle Dune costiere, a cui è seguito un incontro operativo sia presso la Questura di Brindisi con il Questore Maurizio Masciopinto e presso il Comune di Ostuni, alla presenza del Comandante Provinciale dei Carabinieri Forestali ten. Col. Ruggero Capone, ai comandanti della Polizia Municipale di Fasano e Ostuni e ai volontari di protezione civile di Montalbano di Fasano e di Ostuni, è stata avviata una campagna di comunicazione.

Nei giorni precedenti la notte di Ferragosto con la collocazione di banner contro il campeggio abusivo sulle spiagge presso tutti gli operatori balneari e i lidi presenti lungo il litorale del Parco. Sono stati distribuiti manifesti e locandine che riprendono la comunicazione attuata lo scorso anno dal Comune di Fasano. Il contatto diretto con tutti gli operatori presenti lungo la costa ha trovato un grande riscontro, forte è l’esigenza di rafforzare la collaborazione tra gli operatori presenti lungo la costa e le forze dell’ordine.

La notte di ferragosto è stata attuata un’attività di prevenzione e controllo lungo gli 8 km di costa del Parco, che dall’area di Fiume Grande, a sud di Torre Canne, giunge fino alla zona di Torre San Leonardo, in località Pilone, nella marina di Ostuni. A dare il loro supporto sono state le associazioni di volontariato di Protezione Civile di Montalbano di Fasano e di Ostuni, che hanno presidiato, già dal tardo pomeriggio del 14 agosto, alcuni punti critici sul territorio di Fasano (come Torre Canne Sud, all’altezza degli accessi pedonali alle spiagge di Fiume Piccolo, Lido Sabbiadoro e Lido Verde) e Ostuni (lungo il litorale di Torre San Leonardo).

I volontari della Protezione Civile hanno svolto un importante ruolo di sensibilizzazione nei confronti dei bagnanti, informandoli circa le normative e i divieti in atto, tra cui quello di accendere fuochi sulle spiagge e a ridosso della macchia.

La costa di Fasano e Ostuni è stata presidiata da due pattuglie dei Carabinieri Forestali del Comando Stazione di Ostuni (sotto il coordinamento provinciale), che quest’anno si sono adoperati tutta la notte, percorrendo a piedi la spiaggia, scoraggiando i ragazzi intenzionati a montare tende e accendere fuochi.

Importante è stato il loro ruolo anche nelle prime ore della sera, quando parecchi gruppi organizzati si erano recati nell’area Parco con i pullman, per montare tende e gazebo necessari a trascorrere la notte in occasione dei numerosi eventi organizzati dagli stabilimenti. Da mezzanotte fino alle 4 del mattino, due pattuglie della Polizia di Stato, in collaborazione con la Polizia Municipale di Ostuni, hanno monitorato l’afflusso dell’area maggiormente interessata dai flussi di fruitori degli eventi serali.

È la prima volta che più organi di controllo si sono adoperati in sinergia e collaborazione per garantire una presenza attiva lungo il litorale del Parco, un’area territoriale particolarmente bella quanto estremamente fragile e delicata, soprattutto durante il periodo centrale della stagione estiva, a causa della grande concentrazione di fruitori che rischiano di intaccare pesantemente, con la loro azione (anche inconsapevole), la bellezza dell’ambiente naturale e degli habitat prioritari che si concentrano in questa porzione di prestigio del territorio pugliese. L’attività di monitoraggio è stata seguita direttamente dal direttore del Parco, dottor Gianfranco Ciola, e dal Presidente, on. Enzo Lavarra. 

 Nella edizione di quest´anno di Festambiente a Grosseto premiati i Parchi che si sono distinti per le buone pratiche avviate nel campo dell´agricoltura sostenibile. Ancora un riconoscimento per il Parco Dune Costiere. E´ fra i 5 Parchi italiani a riceverlo (Cinque Terre e Maremma fra questi). A Grosseto le esperienze maturate in questi anni dal Parco Dune Costiere sono state presentate dal suo Presidente che è stato fra i relatori del convegno sul tema. E riepilogate efficacemente da Sebastiano Venneri (vicepresidente nazionale di Legambiente) quando ha letto la motivazione specifica che ha portato al premio al Parco delle Dune costiere. Il Premio è stato consegnato dalla Presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni, alla presenza di Giampiero Sammuri presidente Federparchi nazionale.

Vincenzo Lavarra ha dichiarato: “Siamo particolarmente orgogliosi e ringraziamo Legambiente. Il premio riflette il riconoscimento di una realtà avanzata che fra le prime si è distinta per la connessione virtuosa fra tutela delle risorse naturali, attività agricola, produzione biologica e di qualità. E´ stato ed è un processo dal basso fondato su dialogo e condivisione di obbiettivi e strumenti fra i diversi attori. E costituisce pilastro della funzione generale del nostro Parco come laboratorio di nuove forme di impresa economica, attrattore e porta di ingresso di flussi di turismo esperenziale che chiede fruizione di beni unici. Enogastronomia, Paesaggi rurale, siti archeologici. Dedichiamo il premio ad una nuova generazione di giovani e donne che hanno deciso di rimanere nelle loro terra e di coniugare la vocazione dei padri con il sapere accumulato nelle nostre scuole e nelle Università talora frequentate anche fuori della Puglia, per poi farvi ritorno. Siamo di fronte a una nuova figura complessa e ricca di operatori agroambientali e di servizi complementari che fanno la ricchezza del nostro territorio."

Venerdì 11 agosto alle ore 19.00 presso Villa Minareto in Selva di Fasano (BR) nell’ambito del ‘Selva in Festival’, ci sarà un incontro con il professor Ferdinando Boero, biologo marino e professore di zoologia presso l’Università del Salento, nonché autore di 188 articoli scientifici e redattore di 6 volumi scientifici, autore di 3 libri: "Ecologia della bellezza. I gusti della natura", "Ecologia ed evoluzione della religione", "Economia senza natura. La grande truffa”. 

Responsabile di progetti di ricerca finanziati da vari Ministeri italiani, dalla Comunità Europea, dalla National Science Foundation of the US, UNEP e SPA-RAC delle Nazioni Unite, Autorità locali italiane.

Dialogherà con l’autore Valerio Palasciano, tirocinante del Parco, da poco dottore in Progettazione e Management dei Sistemi Turistici e Culturali presso la facoltà di Economia dell’Università di Bari, che ha condotto una tesi di ricerca sugli sviluppi futuri della destinazione turistica e culturale della Piana degli Olivi Monumentali nel Parco.

Si parlerà di bellezza degli ecosistemi naturali, dell’impatto dell’uomo, di sostenibilità, ma anche di importanti esempi di crescita economica sostenibile e tutela ambientale, come accade all’interno del Parco Naturale Dune Costiere ‘da Torre Canne a Torre San Leonardo’.

Vi aspettiamo numerosi.

    

Tra una passeggiata in bicicletta notturna o al tramonto, tra un escursione ed una degustazione di formaggi, ortaggi e frutta (grazie anche al coinvolgimento delle aziende a Marchio Parco) alla scoperta delle bellezze che il nostro territorio ci offre. Tutti i partecipanti di PugliAmica Vivere nei Parchi in questa primissima fase sembrano molto entusiasti, si è creato un bel clima di socializzazione tra staff costituito dalla Dott.ssa psicologa Rosa Semeraro, il Dott. Eros Melis Walking leader, lo staff della Coop. Gaia, gli esperti come i Dott. Anna Sacco, Antonio Capriglia e tutti gli altri e il gruppo partecipanti, che ad oggi con costanza e dedizione hanno seguito le nostre attività.

Riprenderemo le attività con il primo weekend di settembre con diverse sorprese e nuove attività  

Continuano le attività di monitoraggio ambientale sul litorale del Parco delle dune costiere. Accanto alle attività di monitoraggio e sensibilizzazione sulla tutela della costa che in svolgimento ogni sabato e domenica a Fiume Piccolo e a Lido Bosco Verde in collaborazione con la cooperativa Serapia, dal 29 luglio al 5 agosto si è svolto anche un campo Swimtrekking in collaborazione con Legambiente e ASD Swimtrekking di Roma con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e dell’Università del Salento.

Swimtrekking significa letteralmente trekking a nuoto: è il viaggio in mare, con maschera, boccaglio, pinne, muta, portando con sé tutto il necessario per l’escursione riposto in un piccolo scafo in vetroresina da trainare. Nuotare lungo le coste di Torre Canne, di fiume Morelli e Rosa Marina, perlustrando i fondali e le spiagge in un viaggio che conduce alla scoperta del mondo marino.

Otto ragazzi provenienti da tutta Italia guidati dagli istruttori Vincenzo Russo e Francesca Sacchi dell’associazione ASD Swimtrekking di cui è presidente Francesco Cavaliere, sono stati educati al rispetto e alla tutela del mare attraverso una serie di attività, partendo dalla esplorazione e il monitoraggio dei fondali marini e dei tratti costieri (caratteristica propria dello Swimtrekking), e raccogliendo rifiuti da utilizzare per la realizzazione di opere artistiche.

Inoltre nel corso delle attività natatorie esplorative, i partecipanti hanno riportato - tramite smartphone app, via web e e-mail - le osservazioni sulla presenza, abbondanza, e identità di meduse rilevate durante le escursioni in mare. Tali segnalazioni contribuiscono infatti ad arricchire il database delle segnalazioni utilizzato per sviluppare un modello statistico per la previsione delle proliferazioni di meduse nei mari italiani. 

Si è svolto nei giorni scorsi in Prefettura a Brindisi un incontro, convocato dal viceprefetto vicario Pasqua Erminia Cicoria, con le forze di polizia sul tema del "bivacco selvaggio” lungo le spiagge del Parco naturale regionale delle Dune costiere.

L’incontro era stato richiesto dal Presidente del Parco delle Dune Costiere, on. Enzo Lavarra, sulla scorta anche delle esperienze vissute negli anni passati relativamente alla problematica del bivacco selvaggio soprattutto nelle ore serali e notturne lungo le spiagge del Parco e nelle aree retrodunali.

Il problema si concentra nei giorni e nelle notti di San Lorenzo e Ferragosto e contravvenendo a ordinanze balneari regionali e i divieti generando impatti assai dannosi per le dune e la macchia mediterranea oltre che pregiudizio per l´igiene pubblica.

Nel corso dell´incontro si è confermata la disponibilità al Coordinamento fra le diverse forze di polizia finalizzato alla sensibilizzazione, alla dissuasione, al controllo, alla sanzione  dei contravventori.

In particolare ci si è proposti di presidiare i punti citrici nel territorio di Fasano e Ostuni e di apprestare  misure coordinate  di intervento e di presidio temporaneo fra i diversi corpi di polizia in collaborazione con le associazioni di protezione civile e gli operatori balneari.

Siamo consapevoli che abitudini in difetto di senso civico sono ancora diffuse e anche che le diverse forze devono fronteggiare con mezzi limitati un fenomeno di vasta portata - ha dichiarato il Presidente del Parco Enzo Lavarra - tuttavia ci preme dare atto alla dott.ssa Cicoria della tempestività nella concertazione avviata e della determinazione alla sinergia che i diversi  corpi presenti hanno confermato. Siamo sicuri che passo dopo passo la fruizione di beni naturalistici di valore inestimabile  sarà improntata alla loro tutela e valorizzazione da parte di una fascia sempre maggiore di vacanzieri."  

 7 agosto 2017 ore 18,30 - Palazzo dei Congressi Selva di Fasano

Newsletter

Social

Aziende certificate CETS

Aziende certificate CETS

Ente Parco

>
Contatti
>
Gli Organi del Parco
>
Normativa
>
Atti amministrativi
>
Gare e Appalti
>
Bandi
>
Trasparenza, valutazione e merito
>
Amminstrazione aperta
>
Anticorruzione
>
Fatturazione elettronica
>
Albo Pretorio
>
Amministrazione trasparente
>
Progetti
>
Pubblicazioni
>
Link

Link

Carta Europea del Turismo Sostenibile
Eco Contatore
Oscar dell'Ecoturismo 2016
Spighe Verdi 2016
Certificato di Eccellenza 2016
Bandiera Verde Agricoltura
Premio Città amiche della Bicicletta
Il Premio La Città per il Verde 2011 al Parco Regionale delle Dune Costiere
Premio Paesaggio del Consiglio d'Europa
Geositi della Puglia
Il Parco aderisce a:
Associazione Nazionale Città dell'Olio
Il Club delle Vele
Associazione Europea Vie Francigene
AppOLEA: app per il censimento degli ulivi monumentali
PARCO NATURALE REGIONALE "Dune costiere da Torre Canne a Torre S. Leonardo" - e-mail PEC parcodunecostiere@pec.it
2017 - © progettipercomunicare